I risultati del progetto UE “Lavoro più sicuro e più sano ad ogni età ”

15/02/2017 – La forza lavoro dell’Europa sta invecchiando (Infografica) ed entro il 2030, i lavoratori di età compresa tra i 55 e i 64 anni rappresenteranno, in molti paesi, il 30 % o più della forza lavoro totale.
L’ambiente di lavoro va adattato alle capacità che cambiano, e questo dovrebbe avvenire sulla base della valutazione dei rischi. L’età è un aspetto della diversità da tenere in considerazione nella valutazione dei rischi, infatti si possono individuare rischi specifici legati ai lavoratori anziani:

Rischi fisici:

  • Pericoli ergonomici (movimenti ripetitivi, manipolazione, posizioni difficili e scomode, postura statica);
  • Lavoro a turni;
  • Ambienti di lavoro freddi, caldi o rumorosi, vibrazione;
  • Lavoro ad altezze elevate

Rischi psicosociali

  • Competenze obsolete, mancanza di formazione e sviluppo professionale;
  • Discriminazione legata all’età;
  • Squilibrio tra il lavoro e la vita privata, ad esempio responsabilità familiari o assistenziali.

Tuttavia, i lavoratori più anziani non costituiscono un gruppo omogeneo, non si dovrebbero fare supposizioni semplicemente in base all’età.

Per questo il parlamento europeo ha avviato nel 2012 un progetto sulla salute e sicurezza dei lavoratori più anziani “Lavoro più sicuro e più sano ad ogni età – Sicurezza e salute sul lavoro (SLL) nel contesto di una forza lavoro che invecchia”. I risultati del progetto finanziato dal Parlamento europeo e condotto dall’Agenzia europea per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (EU-OSHA) forniscono una panoramica completa delle questioni legate all’invecchiamento, al lavoro e alla SSL e un’analisi delle politiche e delle iniziative sul tema dell’invecchiamento della forza lavoro in tutta l’Europa.

Oltre ad un’ANALISI GLOBALE, che riepiloga i risultati del progetto e fornisce spunti per le politiche e raccomandazioni rivolte a diversi livelli e tipi di pubblico, nell’ambito del progetto sono stati prodotti diversi approfondimenti:

  • L’INVECCHIAMENTO DELLA FORZA LAVORO E LE CONSEGUENZE PER LA SSL. Documento basato su ricerche a tavolino che hanno esaminato le informazioni esistenti sui temi trattati, con un approfondimento sul tema delle donne/invecchiamento forza lavoro
  • POLITICHE, STRATEGIE E PROGRAMMI – analisi sulle politiche, sulle strategie e sui programmi dell’UE e degli Stati membri sull’invecchiamento della popolazione e della forza lavoro
  • RIABILITAZIONE E RITORNO AL LAVORO, analisi sulle politiche, sulle strategie e sui programmi dell’UE e degli Stati membri con una descrizione approfondita di 9 casi di studio sulla riabilitazione/sul ritorno a programmi di lavoro con pareri di esperti e di parti interessate.
  • IL QUADRO NAZIONALE, con inventari distinti per paese
  • BUONE PRATICHE E RISORSE, con ventiquattro studi di casi di buone pratiche sul posto di lavoro – gli studi di casi includono le esperienze di coloro che partecipano alle iniziative nonché i punti di vista e le esigenze delle piccole imprese.

L’EU-OSHA mette a disposizione sul suo sito uno strumento di visualizzazione plurilingue e interattivo con il quale è possibile accedere ai risultati principali in modo intuitivo e semplice, con pannelli interattivi e grafici

Oppure è possibile fare ricerche su paesi e argomenti specifici tramite gli approfondimenti che trovi in relazioni ai progetti, resoconti, casi studio e schede informative.